9 dicembre 2012

Una torta finta per Luciana

Quando in famiglia c'è un festeggiamento di compleanno, la preparazione della torta è compito mio. Di questo ne sono più che felice, come lo sono quando , al momento del taglio della torta,tutte le volte sento dire :" e no ma questa non si può tagliare e mangiare!!!!".
A pronunciare, sempre, questa frase è Luciana, mia suocera, ma anche mia seconda mamma. Recentemente, abbiamo festeggiato il suo compleanno e per quella occasione per risparmiarle la "sofferenza" di veder tagliato quello che lei amorevolmente chiama, capolavoro, ho pensato di regalarle una torta finta, che lei potesse continuare a guardare nel tempo. 
Cosi ho preparato una torta, che tecnicamente è detta dummy ( torta manichino), da tenere in esposizione. Per la decorazione di questa torta mi sono improvvisata nell'uso della ghiaccia reale  per la tecnica inglese del brush embrodery. Mediante questa tecnica si possono riprodurre sulla superficie di torte trame di merletti e decori floreali . 
Inoltre, il mio attacco di arte mi ha spinto a mettere in pratica insegnamenti acquisiti per creare fiori in pasta di gomma e cosi ho preparato una peonia.









Poichè non esiste festa senza dolce... la torta di compleanno, quella vera, c è stata. Un classico: la zuppa inglese, gradita dai più, soprattutto dalla festeggiata, che ha lasciato gli animi allegri e festanti e le pance piene.

2 commenti:

  1. Incantano la torta, anche se "finta", e le parole sempre così delicate e giuste. Si sente che vengono dal cuore. Baci baci

    RispondiElimina
  2. La " Suocera-mamma " ringrazia commossa per le dolci parole e il bellissimo regalo da guardare e riguardare! Assunta sei una persona Speciale!

    RispondiElimina