23 ottobre 2011

Una mini Stratocaster per Leo.

Leo, Leonardo per l'anagrafe, è il mio  primo nipote maschio, arrivato all'importante traguardo dei 18 anni!
E' un ragazzo riservato, serio, concreto  e, nel rispetto della sua indole, non poteva che organizzare una festa per pochi intimi e chiedere una torta che racchiudesse in dimensioni contenute e semplici,  la sua passione; il genere musicale ed i gruppi che preferisce, nonché la sua preferenza di gusti per la pasticceria al cioccolato.
Il mio caro nipotino! 
Buongustaio sin dalla tenera età di otto mesi, quando nella fase di svezzamento dal latte materno, assaporava, intensamente e pienamente soddisfatto, mini piatti di rigatoni al sugo di pomodoro, accompagnando l' ingestione della pasta, ad un movimento di approvazione e goduria, che si manifestava al livello di gambine ciondolanti dal seggiolone in frenetico moto  e boccuccia aperta in segno di richiesta .

Leo (mio Leotopino), ora sei diventato un uomo!
 Lascia che ti dedichi questa frase che nonna Assunta, tua bisnonna, usava dedicare a noi nipoti, ogni volta che raggiungevamo un traguardo significativo nella nostra vita:" Pozza arriva in cima alla Luna!!!" ( traduco per  non avvezzi al dialetto abruzzese:" Possa, TU, arrivare in alto fino ed oltre la Luna").

Questo è l'augurio che, oggi, IO ti lascio. 


La Stratocaster

Fans scusate. ho dimenticato la S

















Note tecniche

La torta era cosi costituita:
Choccolate fudge al cioccolato fondente; bavarese al cioccolato bianco, come farcitura; copertura di crema al burro alla vaniglia e fondente di pasta di zucchero.
Ecco come si presentava.



 

2 commenti:

  1. la foto della torta tagliata mi ha lasciato senza parole........ ma quanto era buona??
    Baci, bacioni!!

    RispondiElimina
  2. Eccoti con un altro dei tuoi capolavori! Bellissima, immagino la gioia di tuo nipote. Bacioni e buona settimana ;-)

    RispondiElimina